AUMENTO DI PESO DA PALESTRA

by Marco Orselli on 11 maggio 2016

Tantissime persone si iscrivono ogni anno in palestra, ma la maggior parte di loro non è costante: dopo l’iniziale entusiasmo dei primi mesi, sono parecchie le persone che mollano la palestra dopo qualche settimana, in particolare perché constatano un aumento di peso, accompagnato durante i primi allenamenti da un aumento di volume. Insomma, è come se di colpo ci si fosse quasi ingigantiti!

Per quale motivo si verifica un iniziale aumento di peso in palestra? E qual è l’allenamento ideale per allenarsi e perdere peso?

1) LE CAUSE DELL’AUMENTO DI PESO
Molte persone vanno in palestra con il proposito di migliorare la forma fisica e ridurre i rischi della sedentarietà. Per migliorare la forma fisica, occorre lavorare sui muscoli, potenziando la massa magra. Sappiamo tutti la lezioncina per cui il muscolo a parità di volume pesa più del grasso ma a parità di peso è meno voluminoso, no? Un chilo di muscolo è quasi un quarto del volume di un chilo di grasso. Ebbene, inizialmente il nostro corpo incrementa la sua massa muscolare, che per crescere ha bisogno di acqua e nutrimento, glicogeno su tutto, ma questo non significa che la massa grassa sparisce dall’oggi al domani. Da una parte quindi il corpo si carica di acqua per sostenere la nuova massa muscolare, dall’altra poco per volta brucerà la massa grassa. Ma questo passaggio non ha la velocità di un equo scambio. Il corpo si libererà del grasso poco per volta. Per questo i primi tempi sembriamo come aumentati: abbiamo i muscoli che si gonfiano e i nostri bei cm di ciccia. Dopo un paio di mesi avremo già meno ciccia, e quindi ci asciugheremo. Avremo sempre una variazione possibile di peso, ma ci saremo ridotti e sembreremo più muscolosi e definiti. Possiamo constatarlo con i vestiti o con un centimetro.

2) IL PROBLEMA DELLA PAZIENZA!
Come in ogni cosa in cui ci impegniamo, quello che ci domina è il fattore tempo. Abbiamo fretta di vedere i risultati, anche per capire se stiamo o no facendo la cosa giusta. Questo corpo che inizialmente si gonfia, e l’ago della bilancia che sale, non sono proprio i segnali di incoraggiamento che ci aspettavamo. A questo punto sono molte le persone che mollano la palestra. Non resistono più di uno o due mesi! Ma la regola numero uno da ricordarsi è che il nostro corpo non è la macchinina telecomandata che tutti conosciamo: è invece una macchina molto complessa, e non funziona allo stesso modo per tutti. C’è chi si definisce dopo due mesi, chi si libera del grasso in eccesso anche dopo tre o quattro mesi. Da questo punto di vista sono le donne a essere le clienti più complicate per un istruttore: hanno paura di diventare degli armadi, e mostrano poca pazienza, con la tendenza a disperarsi e mollare subito quando vedono un corpo più pesante nonostante gli sforzi. Ma in un’ottica generale di salute, sarebbe molto meglio perseverare: conosco persone anche più magre di me che sollevano pesi voluminosi. Il rischio di diventare un “donnone” è insomma più irrazionale. Via via che miglioriamo la nostra forza e il nostro metabolismo (grazie all’incremento della massa magra) il corpo si sbarazzerà del grasso in eccesso. Quale allenamento fare? Un misto di allenamento aerobico (step, tapis, cyclette) e anaerobico (attrezzi, pesi) è giudicato l’ideale per un corpo tonico e formoso.

3) STRESS E DIETA
Conosco persone che si allenano tutti i giorni per 3 ore di fila, seguendo magari due o tre corsi in palestra. Eppure non perdono il grasso che tanto le affligge. Com’è possibile? Ci sono due cose che possono remare contro una migliore forma fisica (parlo di quelle che possiamo controllare) a parte la pazienza: la dieta e lo stress da sovrallenamento. Allenarsi per ore e tutti i giorni non è meglio che allenarsi a giorni alterni, anzi, è peggio: il corpo è sollecitato in continuazione, la fase di recupero va a farsi benedire, il corpo si sente minacciato da questa iperattività e il metabolismo si abbassa. Lo stress è uno dei più è potenti grilletti per il metabolismo. Per questo è necessario concedersi il giusto riposo, curare il sonno ma soprattutto non essere sfiancati dall’attività fisica. Altra grossa fonte di stress è la dieta: come possiamo incrementare la massa magra se mangiamo poco? Il metabolismo rallenta, la massa magra non si forma in modo appropriato, e il corpo si tiene ben stretto le sue riserve di massa grassa. Se vogliamo perdere peso andando in palestra, oltre a dover essere tanto pazienti, dobbiamo puntare su una dieta normocalorica ed equilibrata, ma non restrittiva! Così il metabolismo si alzerà, e il leggero deficit calorico causato dall’attività fisica, unito all’incremento della massa magra che ci alzerà il metabolismo, farà il resto!

Marco OrselliAUMENTO DI PESO DA PALESTRA